Homepage
Prezzi
Offerte
News
Photogallery
Guestbook
I dintorni
Prenotazioni
Dove Siamo
 
Tour Virtuale - Entra nella struttura
Villa Virginia
la Piscina
Servizi e Descrizione
La piantina
I dintorni
Storia e Cultura
Windsurf
I dintorni
Reggio Calabria

Reggio è situata sulla punta dello "Stivale", alle pendici dell'Aspromonte, al centro del Mediterraneo (dove gli studiosi collocano l'incontro di Odisseo con i mostri mitologici Scilla e Cariddi, descritti da Omero) e gode di un suggestivo panorama sulla Sicilia, sull'Etna e sulle Isole Eolie.
Reggio è al centro di un'area turistica di importanza storico-culturale, è situata al centro di una zona agricola particolarmente fertile in cui, grazie al clima mite e all'abbondanza di acque, si sviluppano le colture dell'olivo, della vite, degli agrumi e del bergamotto -agrume che rende la sua migliore qualità nel territorio reggino- divenuto per questo uno dei simboli della città.
Come per molte città del "Mare Nostrum", nella cultura locale Reggio viene spesso identificata come il centro esatto del Mar Mediterraneo, le cui molteplici e millenarie civiltà hanno sempre influenzato e arricchito l'antichissima storia, la cultura e lo spirito dei reggini.

Bocale
Caratterizzato da un vivace movimento turistico, non solo di ritorno, soprattutto durante il periodo estivo, presenta alcune realtà industriali e commerciali di una certa rilevanza, alcuni stabilimenti balneari.
La spiaggia di Bocale si presenta bassa e sabbiosa e con fondali inizialmente rocciosi per divenire poi sabbiosi man mano che ci si allontana dalla riva.
Melito Porto Salvo

Il comune si trova a circa 28 km dal capoluogo ed è l'abitato più esteso dell'Area Grecanica di Reggio Calabria. Cittadina fondata dagli abitanti di Pentedattilo, Melito sorge in una posizione che, da una collina, su cui sorge il centro storico, digrada dolcemente verso il Mar Jonio, dove si trovano gli abitati più recenti. Si tratta del comune più a sud della penisola italiana. In particolare la frazione di Lembo è il punto più a sud della penisola e il suo nome si rifà proprio al suo ruolo di lembo meridionale dello Stivale.
La città di Melito sorge nella parte finale della vallate del Tuccio e del Tabacco, due fiumare che sfociano nel mar Jonio (la prima a est, fra Melito e la frazione di Pilati, la seconda ad ovest, tra Melito ed Annà) e creano una pianura in parte occupata da abitazioni, in parte destinata a campi coltivati. Il centro storico, il cosiddetto Paese Vecchio, sorge a maggiore altitudine (le case raggiungono anche gli 85 metri sul livello del mare) sul colle Calvario, che digrada verso il mare lasciando poi posto alla pianura.

Pentidattilo

Posto a 250 metri s.l.m. Pentedattilo sorge arroccato sulla rupe del Monte Calvario, dalla caratteristica forma che ricorda quella di una ciclopica mano con cinque dita, e da cui deriva il nome: penta + daktylos = cinque dita.
Sfortunatamente alcune parti della montagna sono crollate ed essa non presenta più tutte e cinque le "dita" ma rimane comunque un posto affascinante e pieno di mistero, uno dei centri più caratteristici dell'Area Grecanica.
Quello che era l'antico paese risulta oggi abbandonato, la popolazione infatti è migrata leggermente più a valle formando un nuovo piccolo centro dal quale si ammira il vecchio "paese fantasma".
Ogni estate Pentedattilo è tappa fissa del festival itinerante Paleariza, importante evento della cultura grecanica nel panorama internazionale. Inoltre ospita tra agosto e settembre il Pentedattilo Film Festival, festival internazionale di cortometraggi, che unisce magicamente cinema e territorio.

Bova Marina

Di particolare importanza, per la sua rarità, è un insediamento ebraico, posto nella vallata del San Pasquale, dove si trovano i resti di un'antichissima sinagoga con un importante mosaico (IV secolo d.C.). Nella stessa area si ritrovano un'ampia struttura romana (I-IV secolo d.C.) e la chiesetta bizantina della Panaghia (detta la "Tutta Santa"). In località Apàmbelo, su un colle raggiungibile solo a piedi, insistono le mura perimetrali e l'abside della chiesetta, anch'essa bizantina di S. Niceto del X secolo, insieme a resti dell'età del bronzo e di abitazioni monastiche medievali.
La cittadina è attiva particolarmente durante il periodo estivo grazie alle splendide spiagge e al panorama che offre una vista sul Mar Ionio abbellita dai lineamenti lontani del monte Etna. Appartenendo all'area della Bovesia ed essendo in una zona di elevato valore artistico e culturale, Bova Marina è dunque un'area di interesse turistico notevole. Durante la prima settimana di agosto tutta la cittadina festeggia la Madonna del Mare (Stella Maris), patrona di Bova Marina da quando un gruppo di pescatori rinvenne un antico quadro sacro in fondo al mare. Sempre in agosto, a Bova Marina e nei comuni grecanici limitrofi, si svolge il Paleariza, festival etno-culturale-musicale. La seconda domenica di agosto (ed i due giorni antecedenti) vi è la Festa de l'Unità che offre concerti gratuiti. Il comune è noto anche per la produzione del bergamotto e per la presenza dell'arbusto del Ginepro Fenicio.

 
 
Villa Virginia - Vico D'angelo, 30 - 89100 Bocale Reggio di Calabria - tel.: 0965.331600 - cell.: 333.2719142 - email: info@villavirginia.it
Siti Internet Reggio Calabria